Il Prof. Giorgio Bulgarelli ha condiviso questo documento che illustra la storia del più antico materiale da costruzione partendo da 10.000 anni fa fino ai giorni nostri.

Qui bisognerebbe riportare un sunto di quanto analizzato nel documento, corredandolo di alcune immagini.

Per scoprire l’origine delle costruzioni in terra cruda occorre tornare indietro nel tempo di circa 10 000 anni in Medio Oriente, dove gli esseri umani si riunirono per la prima volta in villaggi. Il primo luogo nel quale risulta la piú antica frequentazione umana è Gerico. Come Gerico, anche la città di Babilonia fu costruita in terra cruda, come lo fu anche la “Torre di Babele”, il monumento che sorgeva nel sacro recinto all’interno delle sue mura e, da allora, la pratica delle costruzioni in terra cruda è continuata in molti paesi del mondo. Allo stato attuale, almeno un terzo della popolazione del mondo vive in abitazioni di terra, avvantaggiandosi dei miglioramenti che generazioni e generazioni hanno apportato a queste antiche tecniche edilizie. L’edilizia in terra ha superato la prova del tempo, dimostrando i suo i meriti a la sua adattabilità alle piú diverse condizioni ambientali,geografiche e culturali.

eddie-cauduro_blog-terra-cruda-tesi-010

Il rito di plasmare il primo mattone di terra cruda nel fregio faraonico nel tempio del dio- falco della guerra Mnṯw — scritto anche Montu, Monthu, Montju o Menthu — a Djerty (l’odierna Nag`el-Tod), in Egitto. © 2011 Su Bayfield

Per scoprire l’origine delle costruzioni in terra cruda occorre tornare indietro nel tempo di circa 10 000 anni in Medio Oriente, dove gli esseri umani si riunirono per la prima volta in villaggi. Il primo luogo nel quale risulta la piú antica frequentazione umana è Gerico. Come Gerico, anche la città di Babilonia fu costruita in terracruda, come lo fu anche la “Torre di Babele”, il monumento chesorgeva nel sacro recinto all’interno delle sue mura e, da allora, lapratica delle costruzioni in terra cruda è continuata in molti paesi delmondo. Allo stato attuale, almeno un terzo della popolazione del mondo vive in abitazioni di terra, avvantaggiandosi dei miglioramenti che generazioni e generazioni hanno apportato a queste antiche tecniche edilizie. L’edilizia in terra ha superato la prova del tempo, dimostrando i suoi meriti a la sua adattabilità alle piú diverse condizioni ambientali, geografiche e culturali.

eddie-cauduro_blog-terra-cruda-tesi-020

Bassorilievo di un’antica città in Mesopotamia. © Anne Moreau